Great docs & support

Benvenuti nel nostro nuovo sito web istituzionale.

Questo sito offre all'utenza esterna tutti i servizi previsti dalla normativa vigente: gli adempimenti amministrativi sono infatti facilmente consultabili dalla gestione prevista dai regolamenti in materia. Ulteriori servizi come integrazione ai social network, aree tematiche, aree riservate e servizi tipici del web 2.0 sono già presenti o in corso di realizzazione. La visualizzazione di tale sito è possibile anche da dispositivo mobile (tablet, smartphone). Buona navigazione a tutti!

 
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

Nel cortile del 1° Circolo Didattico “don P. Pappagallo”, lunedì 25 ottobre 2021, alle 17:00, si è svolta la cerimonia di consegna dell’onorificenza di “Giusto tra le nazioni”, da parte dell’Ambasciata d’Israele in Italia, ai discendenti del martire terlizzese, don Pietro Pappagallo, il sacerdote ucciso nella strage delle Fosse Ardeatine.

L’onorificenza, conferita dallo Yad Vashem, ente preposto alla memoria degli eroi e dei martiri della Shoah, a don Pietro Pappagallo, “il quale, durante il periodo dell’Olocausto in Europa, ha messo a rischio la propria vita per salvare ebrei perseguitati”, ha coinvolto le scuole del territorio che, in stretta collaborazione, hanno partecipato alla cerimonia.  

La scuola, luogo privilegiato dove coltivare la conoscenza e la memoria storica, ha lanciato una serie di iniziative, in un approccio emozionale che muova cuori e menti, volte a conoscere la figura del sacerdote, modello di speranza e uomo di pace.

 

Tutti gli alunni del 1° Circolo Didattico “don P. Pappagallo” sono stati coinvolti in diverse iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione sulla vita del martire terlizzese.

Accomunati nell’impegno di far memoria, gli alunni hanno idealmente unito i loro pensieri e le forti emozioni in momenti educativi di riflessioni, approfondimenti, letture di libri e di poesie, visioni di film. Su iniziativa del Comune di Terlizzi e dell'Assessorato alla Cultura, gli alunni hanno assistito, in Auditorium, alla rappresentazione teatrale “Una rondine che fa primavera” dedicata alla figura di don Pietro Pappagallo, “Giusto tra le nazioni”.

Don Pietro, paragonato ad una rondine che vola alto nel cielo, è raffigurato nei diversi lavori realizzati dagli alunni e dalle alunne delle scuole dell’Infanzia e della scuola Primaria, nei dipinti, lapbook, nelle illustrazioni e ritratti in bianco e in nero (sul sito web scolastico è possibile consultare la pagina dedicata all’evento “don Pietro, un giusto tra noi” seguendo il link: https://sites.google.com/scuoladonpappagallo.edu.it/donpietroungiustotranoi/home-page?authuser=5).

 

Pietre d’inciampo polimateriche, realizzate con cartoncino e lamina di ottone con tecnica a sbalzo hanno segnato il percorso, all’interno della scuola, in un tour di lavori colorati ed originali, con una valigia piena di dolore e speranza, fino a giungere in cortile dinanzi ad un grande albero, sulle cui foglie è scritto il nome dei Giusti, tra questi il nome del sacerdote, esempio per l’umanità.

L’insegnamento di don Pietro Pappagallo continuerà ad essere vivo nella nostra scuola, che custodirà l’onorificenza ricevuta in dono grazie alla decisione dei familiari del sacerdote, perché sia germe di testimonianza tra le nuove generazioni.

Si ringraziano il Dirigente Scolastico, Prof. Vitantonio Petronella, i Dirigenti delle istituzioni scolastiche del territorio, i docenti e gli alunni che, insieme al Sindaco, dott.  Ninni Gemmato, alle autorità civili e militari cittadine, ai rappresentanti del Governo italiano, ai delegati della Città Metropolitana, della Regione Puglia e della Prefettura di Bari, al Vescovo della Diocesi di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi, Mons. Domenico Cornacchia, al clero locale, allo storico Renato Brucoli, alla famiglia Pappagallo, a tutti gli invitati, hanno accolto Smadar Shapira, responsabile Affari Pubblici dell’Ambasciata d’Israele in Italia che, nella commozione dei presenti, ha conferito, all’omonimo pronipote di don Pietro Pappagallo, la più alta onorificenza civile dello stato di Israele, riportando ciò che è scritto nel Talmud, il libro sacro ebraico:

"Chi salva una vita, salva il mondo intero"

 

“Don Pietro è tra quelli che hanno salvato il mondo”.

di C. D'Orfeo

Albo on line

albo on line

 

REPOSITORY SCOLASTICO

 
Vai all'inizio della pagina